Con la sentenza n. 21095 del 2004 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno, di fatto, dato il via libera a migliaia di cause contro le Banche per il rimborso delle somme illegittimamente pagate a titolo di interessi antocistici, spese, commissioni di massimo scoperto e valute fittizie applicate sui conti correnti affidati. Dopo la sentenza della Cassazione sopra citata, infatti, sono migliaia le cause intentate dal popolo dei correntisti che cercano, attraverso le vie giudiziarie, di ottenere la restituzione delle maggiori somme pagate agli istituti di credito.

Condividi: