Continua l’impegno dello Studio Legale D’Amico & Di Scala al fianco dei consumatori.

In questi giorni numerosi utenti ci hanno contattato, perché raggiunti da una richiesta di pagamento da parte di una società di recupero crediti incaricata dall’Alto Calore Servizi S.p.A.

Le richieste in questione riguardano il presunto consumo idrico relativo all’anno 2012 e, in particolare, quello contabilizzato nelle fatture oggetto di impugnativa da parte dei legali dello Studio D&D Avvocati che, in nome e per conto dei propri assistiti, hanno eccepito la prescrizione delle poste creditorie, oltre alla violazione di numerose clausole contrattuali.

Al riguardo, come molti ricorderanno, sulla questione si è già pronunciato il Giudice di Pace di Guardia Sanframondi che, in una recente sentenza, ha così statuito: “è illegittimo e contrario ai principi di correttezza, buona fede e trasparenza, il comportamento della società Alto calore servizi S.p.A. che, non avendo provveduto per anni alla lettura dei contatori, ha richiesto il pagamento dei servizi idrici erogati sulla base di letture stimate e consumi presunti”. (qui è possibile visionare l’articolo completo).

Allo stato, quindi, in considerazione delle contestazioni effettuate e mai riscontrate, anche le richieste di pagamento che stanno pervenendo devono essere impugnate per far valere il proprio diritto a non versare quanto indebitamente reclamato per conto dell’ Alto Calore Servizi S.p.A.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare lo Studio D&D Avvocati al numero 0824 970849 o all’indirizzo mail info@dedavvocati.com

Condividi: